Quantcast

Calenda: con body shaming bimbo per attaccarmi persa anche minima decenza

Roma – “Ma a voi sembra normale che un presidente di commissione di Roma Capitale usi la foto di un bambino, neanche oscurata, per dire ‘quanto e’ grasso Calenda’. Ma dimmi che sono grasso, ma che cacchio c’entra tirare in mezzo un bambino.”

“Ma quante famiglie hanno un problema di figli sovrappeso? Questo bambino e’ stato sbattuto come un mostro in prima pagina, una roba abominevole: abbiamo perso anche quel minimo senso di decenza necessaria per ricoprire un ruolo pubblico”. Lo ha detto Carlo Calenda, leader di Azione e candidato sindaco di Roma, intervenendo in diretta alla trasmissione L’aria che tira, in onda su La7, commentando la gaffe social del presidente M5S della commissione Urbanistica di Roma Capitale, Carlo Chiossi.