Quantcast

Calenda: controsenso Pd su alleanze, primarie invocate a corrente alternata

Roma – “Su Roma il PD evoca le primarie a corrente alternata, gia’ lo ha detto due volte ma poi non si capisce quando si possono fare. Forse a luglio, con l’idea che fino ad allora bisognera’ discutere di cose di cui non interessa niente ai cittadini. Io ho aspettato, fino a lunedi’ ho atteso per far uscire il mio programma ma poi l’ho fatto, parto e vado avanti”. Cosi’ il leader di Azione e candidato sindaco di Roma Carlo Calenda intervenuto ad un evento sui riformisti e liberali organizzato da Linkiesta.it.

“Al Pd ho detto che sono pronto a discutere di tutto- segnala- vedremo cosa dira’ Letta. Certo e’ singolare, si dice che bisogna costruire un’alleanza ‘da Calenda a X’ ma poi si dice che non si puo’ appoggiare l’unico che in questi sei mesi ha fatto un lavoro su Roma. E’ un controsenso ma io ho tutte le intenzioni di andare avanti”, conclude.