Quantcast

Calenda: se Pd non mi appoggia corro con Liste Civiche

Roma – “Guai a trasformare il voto di ottobre in uno scontro ideologico. Serve invece un approccio civico e bipartisan. Noi, nel caso non si arrivi a un accordo con il Pd, correremo non con il simbolo di Azione ma con liste civiche. Chiedendo il voto ai cittadini di destra, di centro e di sinistra che si sentono romani prima che partigiani di questo o di quel movimento politico.”

“I romani hanno diritto a una squadra di governo esperta e pragmatica, libera dai condizionamenti di una classe dirigente politica locale che e’ trasversalmente tra le peggiori d’Italia”. Lo ha detto il leader di Azione e candidato sindaco di Roma, Carlo Calenda, in un’intervista rilasciata al Messaggero.