Califano: ok a mia proposta, pannolini e latte a chi è in difficoltà

Roma – Pannolini e latte in polvere gratuiti equiparati a dispostivi medici. È la proposta, accolta oggi dal Consiglio Regionale, che vede come prima firmataria la consigliera regionale Michela Califano.

“La crisi sanitaria ed economia causata dalla pandemia da Covid-19 ha colpito duramente tutte le famiglie- spiega Michela Califano- Ecco perche’ oggi diventa necessario aiutare chi e’ in difficolta’ prevedendo ulteriori forme di sostegno a quelle gia’ individuate attraverso l’erogazione di contributi economici per l’acquisto di beni di prima necessita’. Il documento approvato chiede alla Regione di attivarsi per l’erogazione di un fondo speciale che sostenga le spese delle famiglie in difficolta’ per l’acquisto di latte in polvere e pannolini.”

“E in secondo luogo attivandosi con il Governo per equiparare questi beni a dispositivi medici, come i pannoloni per gli anziani, in modo tale che vengano erogati gratuitamente dal Sistema Sanitario Nazionale alle famiglie in difficolta’ economica e alle strutture socio-assitenziali. Si tratterebbe di un provvedimento che avrebbe grandissima valenza sociale e un grande impatto sui budget familiari”, spiega la consigliera regionale del Pd Lazio.

“Oggi purtroppo ci sono numerose famiglie nella nostra Regione, con bambini al di sotto dei 3 anni di eta’, che si trovano in grandi difficolta’ nel reperire pannolini e latte in polvere. Difficolta’ riscontrabili anche nelle strutture che prestano servizi socioassistenziali per minori.”

“Mentre i pannoloni per gli anziani vengono classificati come dispositivi medici con un’alta frequenza di utilizzo e dunque erogati gratuitamente, non altrettanto avviene con i pannolini per i bambini, nonostante l’utilizzo costante, il cui costo incide sensibilmente sui redditi delle famiglie, incluse quelle in affido, e delle strutture.”

“Voglio ringraziare il consiglio regionale del Lazio per aver appoggiato la mia proposta, le consigliere Leonori e Battisti per aver sottoscritto l’ordine del giorno e la giunta regionale per aver dato parere favorevole. Da oggi lavoreremo affinche’ tutto questo possa finalmente diventare realta’”.