Quantcast

Campidoglio avrà ufficio ad hoc per aiutare cittadini su superbonus

Più informazioni su

Roma – Il Campidoglio dovrà dotarsi di un ufficio ad hoc per facilitare al massimo ai romani l’adesione al ‘Superbonus’. L’Assemblea capitolina ha infatti approvato con 19 voti favorevoli e 10 astenuti la mozione 86/2021, a prima firma della capogruppo della lista civica RomaTornaRoma, Svetlana Celli, che impegna la sindaca di Roma, Virginia Raggi e la Giunta a provvedere alla costituzione di un apposito ufficio, incardinato nel dipartimento Pau (Programmazione e Attuazione urbanistica) per consentire la massima adesione al ‘Superbonus’, di cui al dl del 19 marzo 2020, da parte dei cittadini della Capitale.

L’Aula ha approvato l’atto nonostante l’indicazione di astensione del gruppo di maggioranza del M5S fornita dal presidente della commissione capitolina Urbanistica, Carlo Chiossi: “Quello che fa il Comune nell’ambito del ‘Superbonus’, che è una misura essenzialmente fiscale, è solo fornire i certificati di destinazione urbanistica”, ha spiegato.

“È un lavoro d’archivio e sappiamo tutti che l’archivio capitolino soffre di una carenza atavica di personale. Considerando che le stime prevedono che dalle 16mila richieste dello scorso anno si passerà a 48mila, e servirebbero 27 persone anziché le 8 che ci sono ora. Bisognerebbe più che altro intervenire sull’archivio, per questo consegniamo il nostro voto di astensione”.

A certificare la spaccatura della maggioranza è stata la dichiarazione di voto in difformità da parte della presidente della commissione Lavori pubblici, Alessandra Agnello (M5S): “Questa mozione va nella direzione di aiutare i cittadini nello svolgimento delle pratiche. Ricordo all’Aula e ai colleghi di maggioranza che il ‘Superbonus’ è una misura molto sponsorizzata dal M5S nazionale, quindi a maggior ragione va aiutato e questa mozione, che secondo me avremmo dovuto fare noi, può fare da volano”.

Più informazioni su