Campidoglio: cominciati lavori in parco Villa De Sanctis

Roma – Sono iniziati i lavori di riempimento delle cavita’ sotterranee e di consolidamento del sottosuolo nelle aree limitrofe al Parco urbano di Villa De Sanctis e in quelle adiacenti agli edifici residenziali su via Romolo Balzani nel Municipio V. Cosi’ in una nota il Comune di Roma.

L’intervento, coordinato dal Dipartimento Lavori Pubblici, e’ frutto di un’analisi e di monitoraggi effettuati negli anni da parte dell’Ufficio Extra dipartimentale della Protezione Civile e del Dipartimento Simu.

Ha permesso di scoprire, anche con la consulenza di speleologi professionisti, la presenza di un sistema di cavita’ sotterranee che necessita di un intervento per prevenire crolli e cedimenti del terreno.

Al via le operazioni di bonifica degli ordigni bellici (BOB) e quelle di cantierizzazione sulle diverse aree oggetto di intervento, con verifica sugli impianti delle societa’ dei pubblici servizi.

Nelle successive fasi dei lavori le cavita’ saranno riempite con una miscela di materiali riciclati, compatibili con la natura dei terreni nella zona.

Al termine delle attivita’ di riempimento saranno ripristinate le aree verdi interessate dall’intervento, tutte le attrezzature rimosse negli impianti sportivi della zona, sara’ riqualificata la pavimentazione stradale, la segnaletica orizzontale e verticale.

“Cosi’ come nel caso dell’intervento in corso nel quartiere Villini Santa Maria, sempre nel V Municipio, risolviamo finalmente un problema decennale che avrebbe potuto avere conseguenze gravi per i residenti di questa zona, fortemente a rischio per la presenza di cavita’ sotterranee”, spiega la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Grazie alle attivita’ di monitoraggio nel sottosuolo, completate negli anni scorsi anche da speleologi professionisti, abbiamo deciso di intervenire in quest’area per risolvere in maniera definitiva un problema noto a tutti i residenti del quartiere.”

“Le operazioni di riempimento delle cavita’ sotterranee consentiranno di stabilizzare il sottosuolo evitando cedimenti e pericolosi abbassamenti del terreno.”

“Non e’ il primo intervento che eseguiamo con questa tecnica: sono in corso, infatti, lavorazioni analoghe nella zona di via Formia e nelle strade limitrofe alle quali seguiranno quelle di Acea per la nuova rete fognaria”, precisa l’assessora alle Infrastrutture Linda Meleo.