Quantcast

Campidoglio, Funari: Ucraina, in accoglienza priorità tutelare fragili

Roma – Una delle priorità del Comune di Roma nelle politiche di accoglienza dei rifugiati ucraini è quella di “tutelare le persone più fragili e chi già dimostra di aver cominciato un percorso di integrazione nelle prossime fasi che seguiranno, che potrebbero implicare dei trasferimenti dai luoghi dove le persone si trovano ora”. Lo ha detto oggi Barbara Funari, assessore alle Politiche sociali capitolina, nel corso di una conferenza sul tema alla sede romana dell’agenzia di stampa Dire.

“Siamo felici di aver potuto fornire un rifugio sicuro a persone in condizioni di vulnerabilità, come persone non vedenti o genitori anziani con figli disabili”, ha detto la dirigente del Comune anche in relazione alle persone arrivate da pochi giorni a Roma con la carovana della pace delle ong che si è recata in Ucraina nelle scorse settimane. Funari ha riferito che al momento a Roma “strutture alberghiere convenzionate con la regione Lazio hanno accolto circa 2mila persone”.

L’assessore ha poi spiegato: “Al momento stiamo lavorando in stretto coordinamento con la Regione Lazio per provare a tutelare le persone più vulnerabili nelle fasi di trasferimento che potrebbero seguire, provando a chiedere che rimangano a Roma qualora abbiano giù avviato un percorso di integrazione, iscritto i bambini a scuola o abbiano necessità sotto il profilo socio-sanitario”.

“Immaginare il futuro ora è difficile per molti rifugiati, come ci spiegano anche tante donne con cui parliamo che vorrebbero poi tornare a casa”, ha aggiunto Funari. “Il punto per noi è sostenerli nell’accoglienza, mossi dalla speranza per la pace, che è come un grido che facciamo insieme a loro”. (Agenzia Dire)