Quantcast

Campidoglio: manutenzione asili nido, erogati ulteriori fondi

Roma – Il Campidoglio ha erogato ai Municipi i fondi aggiuntivi per gli interventi manutentivi e di adeguamento tecnico-normativo dei nidi e delle scuole dell’infanzia, una parte dei quali finalizzati alla realizzazione di aree dedicate alla ‘outdoor education’. Lo scrive in una nota il comune di Roma.

A disposizione dei municipi, quindi, 5 milioni di euro per le scuole dell’infanzia e 1 milione per i nidi, di cui almeno 100mila euro a municipio destinati agli interventi sugli spazi esterni per la didattica, con progetti architettonici realizzati dal Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici di Roma Capitale, che concorderà con i Municipi le localizzazioni più idonee secondo le esigenze espresse dalle strutture territoriali.

Ogni municipio potrà quindi destinare i fondi, già assegnati e spendibili, oltre che agli interventi relativi all’adeguamento tecnico-normativo dei plessi, anche alla creazione di aree esterne riprogettate in modo specifico nell’ottica dell’outdoor education in almeno un nido e una scuola dell’infanzia del territorio di competenza.

L’Amministrazione, con questi fondi, rafforza il percorso innovativo di riqualificazione e riprogettazione delle aree esterne dei propri servizi, in un’ottica pedagogica, già iniziato con la formazione specifica del personale sull’outdoor education e proseguita con il progetto in itinere di riqualificazione dei giochi presenti nelle strutture educative di Roma Capitale in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente.

“Abbiamo visto durante questo anno quanto sia importante per i nostri bambini svolgere attività all’aperto. Con questi fondi vogliamo dare alle nostre scuole un’ulteriore possibilità di dotarsi di spazi pensati per attività didattiche specifiche”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“L’outdoor education rappresenta un importante e innovativo approccio educativo. Stiamo portando avanti questa linea progettuale e con l’erogazione di questi fondi abbiamo voluto dare un segnale forte, offrendo ai Municipi ulteriori possibilità per la sistemazione delle aree esterne dei nidi e delle scuole dell’infanzia nelle quali i bambini possono fare esperienze educative e didattiche importanti”, afferma l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale Veronica Mammì.