Quantcast

Campidoglio, Scozzese: variazione bilancio causa minori entrate Covid, saldo è -27 mln

Roma – “La variazione di bilancio che presentiamo oggi in aula è essenzialmente tesa a registrare la variazione delle minori entrate, rilevate dagli uffici, a causa del Covid. Per quanto riguarda la spesa corrente le maggiori variazioni in negativo riguardano l’imposta di soggiorno, per circa 40 milioni di euro, e le multe, per circa 38.”

“Malgrado l’intervento importante dello Stato, che ha riconosciuto contributi Covid a tutte le amministrazioni locali, che per il Comune di Roma ammontano per il 2021 a circa 255 milioni di euro, e che in questa variazione ci permette di accertare ulteriori contributi per 54 milioni, registriamo una diminuzione delle entrate e un saldo negativo di 27 milioni”. Così l’assessora al Bilancio del Comune di Roma, Silvia Scozzese, presentando in Assemblea capitolina la variazione di bilancio.

“Roma Capitale- ha aggiunto- può, però, contare su economie di spesa che ammontano a 59 milioni, e 25 milioni di riduzione del fondo di crediti di dubbia esigibilità in ragione della riduzione delle entrate. Possiamo così permettere ai Municipi e agli uffici di intensificare e continuare le azioni in corso e quelle programmate entro il 2021, senza sofferenze”.

“Le maggiori spese accertate nella variazione valgono 30 milioni circa in totale- ha illustrato Scozzese- Di questi quasi 10 milioni valgono le spese autorizzate con l’insediamento della nuova giunta per la pulizia straordinaria delle strade, la pulizia delle caditoie e lo sfalcio del verde. Insieme all’utilizzo delle risorse già presenti in bilancio, si va a coprire l’importo completo dell’operazione”. (Agenzia Dire)