RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Campo Testaccio: rischio rallentamento nei lavori di recupero

Roma – Un ‘difetto’ nella stesura dell’avviso pubblico predisposto dal Municipio I rischia di rallentare il recupero di Campo Testaccio. Il testo relativo al ‘percorso di partecipazione popolare per la riqualificazione’, con il via alle adesioni lo scorso 15 ottobre, potrebbe infatti confondere la cittadinanza interessata a proporre progetti per strappare all’abbandono lo storico impianto di via Zabaglia: questo perche’ Campo Testaccio ricade sotto la pertinenza del Dipartimento Sport del Comune di Roma e il Municipio puo’ quindi solo raccogliere le proposte e le osservazioni della cittadinanza, per poi trasmetterle agli stessi uffici dipartimentali.

Una distinzione che, spiega l’assessore capitolino allo Sport, Daniele Frongia, in una nota inviata al segretario generale del Campidoglio, Pietro Paolo Mileti, e per conoscenza anche alla presidente del Municipio I, Sabrina Alfonsi, non e’ segnalata nell’avviso pubblico e che avrebbe prodotto un rallentamento nei contatti tra i soggetti interessati all’area e lo stesso Dipartimento, ‘scavalcato’ dal Municipio.

Nello stessa determina si richiede dunque una correzione al testo “per rendere piu’ chiaro alla cittadinanza che la partecipazione richiesta e’ meramente propositiva e non vincolante” per il Dipartimento Sport. Nel frattempo l’intervento di bonifica di Campo Testaccio, propedeutico a qualsiasi altro intervento, e’ terminato e l’area e’ stata riportata a condizioni di sicurezza.