Capone: su Osp Cinque Stelle prendono in giro commercianti e cittadini

Roma – “Oggi assistiamo all’ennesimo rinvio dell’Assemblea capitolina proprio mentre si dovrebbe discutere l’approvazione della delibera che riguarda l’Osp per bar e ristoranti nel periodo post-Covid 19. Gli esponenti del Movimento 5S sembrano piu’ impegnati e concentrati sui social a scaricare le loro colpe su altri piuttosto che a garantire – visto che sono maggioranza – il numero legale in Aula. Ormai siamo alle comiche comunque: si discute un provvedimento molto tardivo rispetto alla crisi in atto, confuso nei contenuti e, secondo le prime modifiche gia’ votate ieri, probabilmente anche illegittimo”. Cosi’ in una nota il vicepresidente del Municipio VIII, Leslie Capone.

“L’ennesima presa in giro della maggioranza grillina nei confronti di cittadini e commercianti onesti che vorrebbero soltanto misure di emergenza e temporanee per compensare la grave flessione economica senza devastare la citta’. E invece lo spettacolo offerto e’ di marca circense con uno scontro ormai palese tra il presidente della commissione Commercio che presenta emendamenti sui quali l’assessore alle Attivita’ produttive esprime parere negativo. Insomma il solito pasticcio a 5 Stelle sul quale e’ facile prevedere un intervento del Tar a breve con conseguenze deleterie per il tessuto produttivo romano- prosegue Capone- Per tacere, poi, dell’evidente accordo stretto su questo provvedimento tra il gruppo M5S e il gruppo di Fdi. Se son rose fioriranno, magari Giorgia Meloni ha deciso di sostenere il Raggi bis, chissa’…”.