Casa Donne, Ciaccheri: Raggi disconosce presidio sociale

Roma – “Siamo all’assurdo, nonostante la vicenda sulla Casa Internazionale delle Donne sia stata risolta grazie all’intervento direttamente del Parlamento, la Raggi non demorde, vorrebbe disconoscere i presidi sociali che il femminismo ha costruito a Roma.”

“Lo fa nuovamente sulla pelle della casa delle donne e lo fa dismettendo il riconoscimento politico a questa esperienza e trasformando la questione di genere a Roma in un fatto burocratico. Siamo veramente all’accanimento contro la storia e le lotte femministe a Roma”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta Amedeo Ciaccheri, presidente del VIII Municipio di Roma e Portavoce di Liberare Roma e Michela Cicculli, assessora alle Politiche di Genere del Municipio.