Casapound, Morani: Patuanelli distratto e ridicolo

Roma – “Nella foga di difendere l’indifendibile sindaca Raggi, il senatore grillino Patuanelli si e’ casualmente dimenticato di un fatto non proprio secondario: M5S, insieme alla Lega, ha votato contro l’ordine del giorno presentato dal Pd che prevede lo sgombero di Casapound”. Cosi’ Alessia Morani, della presidenza del gruppo Pd alla Camera, a proposito delle dichiarazioni di Stefano Patuanelli su Casapound. “Sostenere come fa lui che la decisione della Raggi di attestare l’irregolarita’ della scritta affissa sopra lo stabile occupato da Casapound a Roma, dimostra che per M5S non esistono eccezioni contro la legge, fa a pugni con l’evidenza. Ed e’ anzi ridicolo esaltarsi sulla pagliuzza rappresentata dal problema della scritta quando invece in Parlamento si va nella direzione opposta sulla trave, ovvero l’occupazione dello stabile. Anche perche’, come dimostrato dall’indagine della Corte dei Conti, l’uso illegale dello stabile da parte di Casapound ha sottratto allo Stato ben 5 milioni di euro. Come mai a Patuanelli, sempre cosi’ attento all’uso del denaro pubblico, questo aspetto e’ sfuggito? Tutto lascia pensare che il senatore grillino, esercitandosi su Casapound, non volesse farsi sfuggire l’occasione di utilizzare la decisione della Raggi un po’ per risollevarne l’immagine disastrosa e insieme alimentare i finti litigi con la Lega. Visti gli esiti, forse era meglio essere distratto fino in fondo”, conclude.