Casapound. Zevi: ora va sciolto movimento neofascista

Roma – “Il sequestro della sede di via Napoleone III a Roma e le indagini a carico dei vertici di Casapound sono una bella notizia per la nostra democrazia. Ma non possono bastare. Casapound e’ un movimento politico di carattere neofascista, dunque incostituzionale, e va sciolto”. Lo dice in una nota Tobia Zevi, presidente dell’Osservatorio ‘Roma! Puoi dirlo forte’, secondo il quale “il senso di impunita’ e la protervia con i quali hanno agito fino ad ora gli attivisti e i vertici di Casapound rappresentano un vero e proprio sfregio a Roma e alla Repubblica italiana”.

“Lancio dunque un appello a tutte le forze politiche, la societa’ civile, i cittadini a sollecitare l’adozione di un provvedimento specifico che sciolga definitivamente un movimento neofascista che non puo’ e non deve avere alcuna agibilita’ politica e culturale nel nostro Paese. Occorre altresi’ verificare, ed eventualmente sanzionare, chi si e’ reso protagonista di intollerabili e inqualificabili azioni e collusioni politiche che fino a questo momento hanno fiancheggiato l’estrema destra violenta, lasciando sgomenti cittadini e forze democratiche”, conclude Zevi.