RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Castagnola a ragazzi: fate attenzione a web. Quel che pubblicate resta

Di seguito le parole del componente del Comitato Media e Minori del ministero dello Sviluppo Economico, Iside Castagnola. "Tutto quello che pubblichiamo in Rete è per sempre. Tutelate la vostra privacy. Non vi fate controllare e geolocalizzare.

Più informazioni su

Roma – Di seguito le parole del componente del Comitato Media e Minori del ministero dello Sviluppo Economico, Iside Castagnola.  “Tutto quello che pubblichiamo in Rete è per sempre. Tutelate la vostra privacy. Non vi fate controllare e geolocalizzare. Siate attenti ad impostare i filtri. Perché la reputazione online si crea fin da bambini”.

“La legalità è l’applicazione delle regole. La netiquette è l’applicazione delle regole su internet. Pochi giorni fa a Parma, due ragazzi si sono conosciuti sui Social e- continua l’esperta in diritto per la tutela dei minori- la giovane ha inviato delle foto erotiche al ragazzo. Il giovane le ha poi chiesto altre immagini, minacciando che in caso contrario avrebbe pubblicato le foto già in suo possesso. La ragazza si è spaventata e, grazie all’applicazione YouPol, ha prontamente segnalato il ricatto”.

Questo reato è definito ‘sex extortion’. “Quel ragazzo è stato denunciato per adescamento online e detenzione di materiale pedopornografico”, aggiunge Castagnola. Il mondo di internet presenta numerosi rischi sociali, tra cui la dipendenza e le molestie. “Stare connessi 6 o 7 ore al giorno crea dipendenza- ricorda l’avvocato- basti pensare che abbiamo 120 mila ragazzi ‘reclusi sociali’ in Italia”. Per quanto riguarda le molestie, precisa, “nella Rete non esiste né impunità né anonimato”. Internet non è tuttavia, un far west. “La Rete è anche un mondo ricco di opportunità. Se usata bene e consapevolmente- conclude Castagnola- può promuovere tante esperienze di partecipazione civica”.

 

Più informazioni su