Catini: stazione Marincola richiamo a libertà e antifascismo

Roma – “Giorgio Marincola fu un eroe antifascista e Roma e’ una citta’ antifascista. Cambiamo paradigma, con un richiamo ai valori di liberta’ e antifascismo al posto del nome di una battaglie del Ventennio”. Cosi’ la pentastellata Maria Agnese Catini, presidente della Commissione Politiche Sociali e della Salute di Roma Capitale.

“L’assemblea capitolina- aggiunge Catini- ha approvato oggi la mozione a mia firma che chiede di intitolare a questo coraggioso giovane partigiano la futura fermata della Metro C Amba Aradam/Ipponio. La proposta e’ arrivata da piu’ parti e la petizione lanciata su Change.org su questo ha ricevuto un’ampia adesione proprio a testimonianza di quanto l’argomento sia sentito.”

“Il quartiere in cui cade la fermata della metro conserva vivo il ricordo di questo ragazzo, figlio di un sottufficiale italiano e di una donna somala vissuto a Roma nel quartiere di Casalbertone, che scelse di contribuire alla liberazione dell’Italia al caro prezzo della vita, persa in Val di Fiemme nel maggio 1945. Il suo nome- continua la consigliera- andra’ a sostituire quello attuale, che invece richiama la nota battaglia dell’Enderta’ che si svolse nel corso della Guerra di Etiopia, una delle imprese fasciste a cui fu intitolata via dell’Amba Aradam”.

Conclude Catini: “Abbiamo gia’ modificato i nomi di strade intestate ai sottoscrittori del Manifesto della Razza e su questa linea andiamo avanti. È ora di valorizzare l’esempio di Giorgio Marincola, per dare un segnale culturale e sociale chiaro, e restituire la giusta importanza e commemorazione agli eventi storici e ai loro protagonisti, divulgandone la memoria tra le nuove generazioni”.