Quantcast

Caudo: ciclabili Raggi fatte male e solo per Facebook

Roma – “Circa 320 chilometri di piste ciclabili, circa 11 centimetri ad abitante, sono troppo poche. Tra l’altro non basta farle giusto per farle come ha fatto la Raggi, giusto per farci subito doppo un post su Facebook. Si devono fare piste ciclabili integrabili con il ferro. Inoltre ricordo che alcune delle piste fatte in questi anni sono fatte in modo pericoloso.”

“Ho incontrato recentemente l’Unione italiana ciechi. Fatevi dire cosa sono le ‘fast way’ in termini pericolosità per gli ipovedenti, che tra l’altro spesso sono state fatte lì dove stanno i i cassonetti.”

“Per non parlare dei monopattini lasciati come in una giungla. Basterebbe avere una norma, come in altre città, per cui l’azienda ha l’obbligo di realizzare rastrelliere e chi non la usa contiaua a pagare con la carte di credito”. Così il presidente del III Municipio e candidato alle primarie del centrosinistra a Roma per il sindaco della Capitale, Giovanni Caudo, nel corso di un’intervista con l’agenzia Dire in compagnia dell’ex sindaco Ignazio Marino.