Celli: a sei mesi dalle elezioni stop alle chiacchiere, ora concretezza

Roma – “Se ne parla da decenni: a Roma servono nuovi poteri e funzioni che riscrivano il suo ruolo di Capitale. E’ bizzarro pero’ che si parli di tavoli, si approvino ordini del giorno, tutto a sei mesi dal voto. All’onorevole Meloni dico che di tempo davvero ne e’ stato perso molto e anche oggi non abbiamo che un ordine del giorno e nessuna proposta di legge di cui discutere”. Lo scrive in una nota Svetlana Celli, capogruppo in Campidoglio della Lista Civica Rtr.

“Mentre il Partito Democratico- spiega- ha lavorato a specifiche proposte di legge, atti concreti da cui iniziare a discutere. Certo a Roma questo dibattito non si e’ potuto attivare per mancanza di confronto, ostacolato in primis dalla politica miope della Sindaca che ha cercato piu’ lo scontro che il dialogo, che ha creduto di essere autosufficiente.”

“Roma vince e deve vincere sempre pero’. Per questo sono la prima a non chiudere porte a nessuno, ma solo ed esclusivamente per il bene della nostra citta’. Ma a Meloni e Raggi dico che il tempo delle chiacchiere e’ davvero finito e servono azioni concrete. E’ un lavoro da fare per Roma, guardando oltre questi ultimi mesi di consiliatura”.