Quantcast

Celli: accesso ad atti su appalto manutenzione scale mobili

Roma – “Il Natale non ha regalato ai romani trasporti efficienti, anzi. La prima notizia del dopo Natale e’ l’ennesima stazione chiusa, quella di Cornelia. Oltretutto senza la riapertura della stazione di Baldo degli Ubaldi poco distante. Praticamente la linea A e’ messa ko, visto che neppure Barberini dopo 300 giorni e’ stata riaperta. In quest’ultimo caso ci sono voluti 300 giorni e numerose proteste dei commercianti per avere una navetta sostitutiva”. Cosi’, in una nota, la capogruppo in Campidoglio della lista Civica Roma Torna Roma, Svetlana Celli.

“Forse in Atac c’e’ chi pensa a un nuovo gioco di nomination e alla fine ne restera’ una sola di stazione aperta- ha aggiunto- Ma scherzi a parte, la situazione e’ a dir poco drammatica. Anche alla fermata Spagna da qualche giorno le scale mobili sono fuori uso. Si chiudera’ di nuovo anche questa stazione? I romani hanno diritto di sapere perche’ accade tutto questo.”

“Per maggiore chiarezza faro’ un accesso agli atti per capire se la gara di manutenzione e’ stata affidata al massimo ribasso non prevedendo la garanzia del mantenimento di esercizio, una clausola che incide sul costo di manutenzione delle scale mobili ma che evita di chiudere le stazioni e quindi disservizi agli utenti. Non vorrei infatti che per risparmiare si siano omesse garanzie importanti.”

“Sono certa che i documenti sapranno fugare ogni dubbio, ma in caso contrario sarebbe gravissimo per la citta’. Roma merita di essere ben amministrata ed e’ davvero incomprensibile che per la manutenzione delle scale mobili le stazioni debbano chiudere totalmente: non avviene in nessuna capitale del mondo. Per questo continuero’ la mia battaglia anche su queste ultime chiusure, cosi’ come fatto al fianco di cittadini e commercianti per le stazioni di piazza della Repubblica e di piazza Barberini”.