RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Celli: anche in commissione M5S in confusione

Roma – “Lo psicodramma di ieri in Aula si e’ ripetuto oggi in commissione Ambiente, con la maggioranza nel ruolo di oppositore a se stessa. Dopo quattro anni di decisioni mancate si arriva a scegliere il sito sbagliato per una discarica che e’ diventata indispensabile, visto il fallimento di tutte le alternative messe in campo dalla Giunta Raggi. Vertici in Ama cambiati in media ogni 6 mesi, piani industriali inesistenti, bilanci non approvati, personale insufficiente, obiettivi non raggiunti per differenziata e ciclo dei rifiuti: tutto questo ha portato Roma all’emergenza e per questo e’ stata imposta dalla Regione l’individuazione di un sito di servizio per il trattamento dei rifiuti.”

“Ma perche’ il Campidoglio l’ha individuato a poca distanza da Malagrotta? Non sono bastati 50 anni di veleni? La Sindaca ha dimenticato quello che diceva in campagna elettorale? Oggi la spaccatura e’ evidente all’interno del M5S capitolino, ma e’ anche smascherato il populismo facile, che promette e non governa. La maggioranza non salvera’ se stessa rimpallando ad altri enti le responsabilita’, perche’ non ci stancheremo di chiedere, con un atto esecutivo, il riconoscimento delle volonta’ dell’Aula espresse con le due mozioni di ieri. A rischio la credibilita’ della prima cittadina e del suo team e anche quella dell’intera maggioranza. Perche’ le mozioni non sono dichiarazioni su facebook, sono atti ufficiali che esprimono posizioni politiche a cui devono seguire atti, perche’ la politica richiede coerenza e fermezza”. Cosi’ la capogruppo della Lista Civica Roma Torna Roma, Svetlana Celli.