Celli: nomina Ziantoni un fallimento dall’inizio

Più informazioni su

Roma – “Dopo due anni di imbarazzante inerzia, in cui e’ accaduto praticamente di tutto, e a meno di uno dalla fine della consiliatura, la sindaca Raggi nomina come nuovo assessore ai Rifiuti, l’attuale responsabile delle politiche ambientali e alla mobilita’ del Municipio VI. Una scelta rovinosa sin dall’inizio a mio giudizio, uno perche’ strappa da un territorio in perenne affanno, proprio in termini di rifiuti e decoro urbano, una figura fondamentale, due in quanto la Ziantoni non ha di certo brillato per efficacia”.Cosi’ la capogruppo in Campidoglio della Lista Civica RTR, Svetlana Celli.

“Sorvolando sulle condizioni della rete dei trasporti locali, ancora in attesa di una radicale ristrutturazione, nel suo curriculum ci sono all’attivo il fallimento della raccolta differenziata porta a porta, tant’e’ che sono riapparsi i cassonetti per le strade, e la mancata conferenza dell’indifferenziato a Saxa Rubra che avrebbe dovuto alleviare i carichi sull’impianto di Rocca Cencia.”

“Per non parlare delle discariche a cielo aperto disseminate sul territorio, grida vendetta quella rinvenuta alla Selvotta, o dei roghi tossici oppure della disastrosa manutenzione dei parchi pubblici. Il nuovo assessore ai Rifiuti, dopo l’addio della Montanari- conclude Celli- non potra’ fare certo miracoli, i fallimenti al Municipio VI sono clamorosi e non lasciano presagire nessun risultato positivo, tanto piu’ che Ama continua ad essere senza piano industriale e senza bilanci approvati dal 2017. Purtroppo nessuna buona notizia per Roma”.

Più informazioni su