Cerciello, Arma Carabinieri ringrazia sostegno giunto da Stati Uniti

Roma – L’Arma dei Carabinieri ringrazia, “con sentimenti di profonda riconoscenza, per le tante testimonianze di vicinanza giunte dagli Stati Uniti per la morte del vice brigadiere Mario Cerciello Rega”, ucciso a Roma, e per l’omicidio del quale sono in carcere due ragazzi americani. “Ai colleghi della polizia californiana (Csufpd)- continua la nota- che con un commovente post su Facebook hanno voluto ricordare la scomparsa del nostro brigadiere pubblicandone un bel primo piano in uniforme, abbiamo detto grazie ‘Per averlo onorato con il vostro significativo tributo’. Lorraine Lombardo e Christina Olivolo, una poliziotta e una mamma italoamericane, hanno generosamente aiutato la famiglia Cerciello Rega donando del denaro e sostenendo la raccolta fondi lanciata dall’Arma sui social. La Lombardo ha dichiarato di averlo fatto anche in quanto ex poliziotta di San Francisco, la Olivolo in quanto madre. Abbiamo sentito di rispondere cosi’: ‘Grazie a te Lorraine, per il tuo cuore di poliziotta. Grazie a te, Christina Olivolo, per il tuo cuore di madre. Grazie a entrambe perche’ avete due cuori, uno per ogni sponda dell’oceano. Un oceano di affetto a voi'”. “Abbiamo replicato con gratitudine anche all’Ambasciata degli Stati Uniti d’America a Roma, che con un tweet si e’ unita al dolore dei familiari e dell’Arma esprimendo il proprio cordoglio” conclude il comunicato dei Carabinieri.