Quantcast

Cgil, Azzola: partecipate da rifondare su bisogni cittadini

Roma – “La situazione delle partecipate è drammatica, sono completamente da riformare. Ama è allo sbando. Non c’è più un trasporto pubblico locale. Non abbiamo più l’azienda che progetta le metropolitane e ce ne sarebbe bisogno. Vogliamo un rilancio delle partecipate tarato sui bisogni dei cittadini. Abbiamo bisogno di un cambio di passo”. Così Michele Azzola, segretario Cgil Roma e Lazio a margine della conferenza che ha lanciato 10 proposte per Roma al futuro sindaco della Capitale.

“Noi speriamo che i candidati sindaco colgano questa opportunità. Noi non siamo per le polemiche ma parliamo di merito. Vogliamo confrontarci con chi governerà questa città per provare a far uscire questa città da uno stato difficile in cui ormai da dieci anni è collocata”, ha sottolineato Azzola.

“Crediamo che il primo impegno del prossimo sindaco – ha poi aggiunto -sia un patto sul lavoro con noi, in cui il Comune non sfrutti più i dipendenti. È inaccettabile che oggi con il G20 in corso a Roma, i musei capitolini siano aperti da personale precario che guadagna 5,50 l’ora. Questo è un modo per non attrarre i giovani e farli scappare e relegare la nostra città un ruolo sempre minore”.