Quantcast

Cgil-Cisl-Uil: concorso per premiare giornalisti

Roma – “Il lavoro nel Lazio torna al centro del racconto giornalistico. A distanza di un anno dall’inizio della crisi pandemica con inevitabili conseguenze sul mondo del lavoro e in attesa di una ripartenza legata al completamento della campagna vaccinale e alle misure del Recovery Plan i sindacati Regionali del Lazio vogliono riportare l’attenzione sul centro della casa comune.”

“Il lavoro non e’ un orpello, e’ il cuore vivo di una comunita’. E il giornalismo puo’ stimolare e rilanciare la centralita’ del lavoro, essenziale per la tenuta costituzionale e democratica del nostro paese.”

“Il Lazio e’ una regione che produce un decimo della ricchezza dell’Italia e con le sue istituzioni e’ sede e snodo di decisioni fondamentali per la tenuta lavorativa di tutto il nostro paese, e’ palcoscenico di aziende di rilevanza internazionale, cosi’ come e’ scenario dei cambiamenti anche dolorosi che riguardano l’occupazione subordinata e il lavoro autonomo”.

E’ quanto si legge nella nota congiunta di Stampa Romana, Cgil di Roma e del Lazio, Cisl del Lazio, Uil di Roma e del Lazio che lanciano “un concorso per premiare i lavori delle giornaliste e dei giornalisti che hanno raccontato nell’ultimo anno in modo efficace il nostro campo d’azione”.

“Riteniamo opportuno- dichiarano i segretari generali Michele Azzola, Enrico Coppotelli, Alberto Civica e Lazzaro Pappagallo- riportare l’attenzione sul tema del lavoro troppo spesso relegato a una nota residuale all’i’nterno del flusso informativo. Solo con un nuovo protagonismo del mondo del lavoro saremo in grado come paese e come regione di lasciarci alle spalle la durissima crisi di questo anno e portare speranza per il nostro futuro, a cominciare dai piu’ giovani”.