Quantcast

Cgil-Cisl-Uil: Roma Multiservizi, affermare diritto lavoratori

Roma – “Lo abbiamo detto con chiarezza in piazza alle lavoratrici e ai lavoratori della commessa Global, attualmente gestita da Roma Multiservizi, che avremmo percorso tutte le strade, anche quella legale, pur di garantire che la loro condizione lavorativa e di reddito non subisse dei peggioramenti e così è stato.”

“In queste ore gli avvocati che rappresentano le Organizzazioni Sindacali e i lavoratori stanno depositando una class action presso il tribunale di Roma per affermare il diritto dei lavoratori a non subire quelle decurtazioni di ore lavorate e di stipendio che sarebbero diretta conseguenza dell’aggiudicazione dell’avviso per la manifestazione di interesse alla procedura negoziata per la gestione del servizio scolastico integrato delle scuole e dei nidi capitolini”. Lo dicono, in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio, la Cisl di Roma Capitale Rieti, la Uil del Lazio, insieme a Filcams Cgil, Fisascat Cisl di Roma Capitale Rieti e Uil Trasporti di Roma e del Lazio.

“Una scelta sbagliata, quella della Giunta Raggi- continua la nota- che dopo anni di promesse tradite invece di internalizzare il servizio e garantire la sua gestione tramite un soggetto pubblico affida al mercato e alla logica del profitto un servizio fondamentale per i cittadini.”

“Ribadiamo che un passaggio di appalto alle condizioni definite dal bando è inaccettabile per la mancata tutela delle condizioni dei lavoratori e, per i tempi stretti con cui dovrebbe avvenire, anche per la continuità e la qualità del servizio offerto alla cittadinanza.”

“Ancora una volta, come ripetutamente accade nelle situazioni di contenzioso che riguardano le società partecipate capitoline, in assenza di assunzione di responsabilità politiche da parte della Sindaca e della sua giunta, sarà un giudice a dover decidere le sorti di migliaia di lavoratori e delle famiglie romane”.