Cgil: pronti a mobilitazione per sostenere lavoratori Metro C

Roma – “L’emendamento alla manovra 2021, in cui erano previsti 10 milioni di euro per il finanziamento delle tratte T2, T1 e C2 della Linea C, ovvero le tratte Venezia-Clodio, Clodio-Farnesina e Farnesina-Grottarossa, e’ stato bocciato”. Cosi’ in un comunicato la Cgil e la Fillea Cgil di Roma e del Lazio che esprimono “forte contrarieta’ a questa decisione sia perche’ la metro C era inserita tra le grandi opere di cui il Governo voleva lo sblocco dei lavori, sia per le ricadute occupazionali”.

“Da mesi, infatti i 600 lavoratori di Metro C SCPA sono in cassa integrazione e non a causa della pandemia ma per stalli di natura politica e questa ultima decisione non si tradurra’ certo nella garanzia dell’occupazione per loro.”

“A preoccuparci e’ anche l’idea di Capitale che si sta delineando: una Roma sempre piu’ lontana dell’essere una smart city. Siamo pronti alla mobilitazione per sostenere le lavoratrici e i lavoratori di Metro C SCPA, il completamento della Linea C e le cittadine e i cittadini di Roma”.