Quantcast

Cgil: Zaghis deve lasciare subito Ama

Più informazioni su

Roma – “Ogni giorno che Zaghis trascorre da Amministratore Unico di Ama, è un problema per la città”. Così Natale Di Cola, Cgil Roma e Lazio, e Giancarlo Cenciarelli, Fp Cgil Roma e Lazio.

“Zaghis si deve dimettere e lasciare che si ricomponga un nuovo management: non si può prevedere alcun piano straordinario per pulire la città lasciando le responsabilità a chi ha gestito in modo fallimentare, inefficace e poco trasparente l’azienda partecipata dei rifiuti in questi anni.”

“Un freno su ogni fronte che ha portato al disastro: nessun piano di rilancio, nessuna soluzione concreta su impianti, mezzi e personale, relazioni sindacali messe all’angolo e ombre sulle modalità di nomine e promozioni, che già una volta ci hanno costretto a presentare esposto alla Corte dei Conti. Una modalità che, se le voci che circolano fossero confermate, parrebbe ripetersi proprio in queste ore: non vorremmo essere costretti a una nuova denuncia”, proseguono Di Cola e Cenciarelli.

“Oggi con il 60% di mezzi fermi, l’assenza di sbocchi adeguati e le condizioni di lavoro sempre più critiche, dall’organizzazione alla sicurezza, Ama si trova semiparalizzata e sottodimensionata: Zaghis, che insieme alle responsabilità politiche della precedente amministrazione capitolina, è il principale responsabile dell’immobilismo e del peggioramento della capacità d’intervento di Ama, non può restare un giorno di più alla guida della società”, concludono.

Più informazioni su