Quantcast

Ciacciarelli: era meglio una stazione alta velocità a Cassino

Roma – “Per il governo regionale e nazionale a trazione Pd l’area Sud della provincia di Frosinone deve essere deputata solamente allo smaltimento di montagne di rifiuti. Per loro, che evidentemente sono considerati cittadini di serie B, solo grane e nessuna opportunita’. È accaduto lo stesso con l’alta velocita’. Per anni il Cosilam, ha condotto una battaglia per la stazione Tav a Cassino, senza che la cosa venisse presa in considerazione dai vari esponenti locali del Partito Democratico, Buschini, Battisti. Questi ultimi hanno sempre privilegiato l’area nord della provincia, a discapito della sud. Voglio dirlo chiaramente: sarebbe stato corretto contemplare una doppia stazione a sud e a nord. La linea veloce permette di recuperare i minuti persi per le fermate! Oggi arriva l’alta velocita’ ma la stazione ci sara’ solo a Frosinone”. Cosi’, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega).

“Per Cassino, nonostante sia contemplata una fermata nella stazione gia’ esistente- aggiunge- cambiera’ poco e niente: ci vorra’ 1 ora e 10 min per raggiungere la Capitale. Un progetto totalmente farlocco. Cosa pensa di questo il sindaco di Cassino Salera (PD)? Prenda atto dell’affronto subito e convochi immediatamente la consulta dei sindaci per gestire l’imminente disastro che il suo partito ha causato. Io portero’ avanti la battaglia in ambito regionale statene certi. I cittadini che hanno votato questi signori devono prendere atto che per loro il sud della provincia deve solo contribuire allo smaltimento dei rifiuti”.