Quantcast

Ciacciarelli: no a provincia Frosinone per smaltire rifiuti Roma

Roma – “La sindaca di Roma Virginia Raggi ha fatto sparire il termovalorizzatore dal nuovo Piano Ama: questo tradotto significa che lor signora continuera’ a scaricare la sua immondizia nei termovalorizzatori degli altri, e quindi a San Vittore del Lazio, in provincia di Frosinone, la quale non ne puo’ piu’, e non puo’ diventare la ‘Malagrotta 2′ della capitale”.

“Nell’ultimo anno il comune capoluogo, sotto la guida del sindaco di centrodestra Nicola Ottaviani, si e’ rimboccato le maniche ed ha fatto un balzo in avanti dal 40 al 75% di raccolta differenziata. La Raggi guardi ed impari invece di delegare i frutti della sua incapacita’ governativa sempre e solo agli altri! Il nostro territorio e’ stufo ed e’ gia’ fortemente compromesso dal punto di vista ambientale”.

“A tal proposito nel Documento di Economia e Finanza regionale 2019 – Anni 2019-2021, e’ stato approvato il mio emendamento che prevede di inserire al capitolo regionale concernente la gestione dei rifiuti, un passaggio fondamentale per la provincia di Frosinone, ossia la ‘necessaria e indispensabile salvaguardia dei territori gia’ ad elevata criticita’ certificata dalla presenza del SIN'”.

“La provincia di Frosinone, infatti, e’ il luogo meno adatto per smaltire ingenti quantita’ di rifiuti, come quelli romani; a Raggi e Zingaretti questa cosa deve entrare in testa una volta per tutte! Bene hanno fatto con i loro interventi a riguardo il senatore Gianfranco Rufa ed il senatore Francesco Giro”. Cosi’ in una nota, il consigliere regionale del Lazio, Pasquale Ciacciarelli.