Ciacciarelli: servono risposte, senza perdere tempo su vertenza frusinate

Roma – “Vertenza Frusinate: si sta perdendo una miriade di tempo, e questo e’ inconcepibile, ma soprattutto denota mancanza di rispetto verso i 1600 disoccupati ciociari che dalla Regione e dal Governo attendono risposte concrete. Dove e’ finito il tavolo regionale per l’avvio delle politiche attive sul lavoro? Quando si pensera’ a garantire a queste persone le coperture per la mobilita’ 2020? I 26 milioni di euro stanziati bastano a coprire i pagamenti fino alla fine di novembre. E poi? Alle porte del Natale li lasciamo in mezzo a una strada? Non ci sono scusanti. Non vengano a dirmi che e’ estate e c’e’ tempo, perche’ sono castronerie. La politica e’ fatta di timing, di ragionamento ed interventi preventivi. Oltre alla mobilita’, che, ripeto, va prolungata, in maniera sacrosanta, bisogna pensare a dare un futuro lavorativo a 1600 uomini e donne, over ed under 58, quantomeno per accompagnarli dignitosamente alla pensione. Lavori socialmente utili, tirocini in fabbrica, va bene tutto, i lavoratori di Vertenza Frusinate chiedono solo dignita’. La nostra provincia vive una grave crisi occupazionale che investe indistintamente giovani e cinquantenni: ritengo che i cinquantenni, come nel caso di ‘Vertenza Frusinate’, debbano avere la stessa attenzione che si riserva ai giovani, poiche’ vivono quello che puo’ essere definito un dramma nel dramma, troppo giovani per il pensionamento, troppo anziani per trovare agevolmente una nuova occupazione. La politica, attraverso una concreta sinergia tra gli enti, deve dare delle risposte a questi lavoratori, che da troppo tempo, insieme alle loro famiglie vivono in un clima di profonda incertezza”. Cosi’ in un comunicato il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Forza Italia/Laboratorio Lazio per il Cambiamento).