Ciclabile castelli romani, Zotta: giro di boa con Comune Ciampino

Roma – Nel corso del workshop on-line a cui hanno preso parte tutti i principali stakeholder istituzionali contattati e coinvolti per la realizzazione della prima ciclabile che attraversera’ parte dei Castelli Romani, sono stati affrontati temi chiave quali la necessita’ di una progettazione coordinata a livello sovra-comunale, le modalita’ di gestione e manutenzione della rete, lo sviluppo di servizi ad alto valore aggiunto. E’ quanto si legge in una nota.

Sono state portate all’attenzione di tutti i presenti le informazioni, le criticita’ e i desiderata connessi alla realizzazione del progetto. Con il sostegno di ambasciatori importanti, quali il prof. Quinci dell’Universita’ ‘La Sapienza’ di Roma e dell’arch. Moretti, rappresentante del Comune di Ciampino, la Citta’ metropolitana grazie al lavoro dei suoi uffici di Pianificazione territoriale e degli esperti messi a disposizione dal programma europeo, ha saputo mettere insieme attori istituzionali e rappresentanti delle categorie produttive con lo scopo di progettare una rete integrata di itinerari per la mobilita’ soft e un mobility hub replicabile, con i dovuti accorgimenti, in altre zone del territorio metropolitano.

Regione Lazio, Comune di Roma, Municipio VI e VII, Comune di Ciampino, Comune di Grottaferrata, Comune di Albano Laziale, Comune di Marino, Aeroporti di Roma, Rfi, Trenitalia, Sistemi Urbani, Roma Servizi per la Mobilita’, Cna, Uni-industria, Universita’ di Tor Vergata, Universita’ ‘La Sapienza’ hanno iniziato un cammino comune che condurra’ alla realizzazione della prima ciclabile intercomunale che colleghera’ i Castelli Romani alla Capitale.

Una via di comunicazione unitaria, realizzata con soluzioni innovative secondo un approccio di smart living, in grado di conseguire un continuo miglioramento della vita delle nostre citta’, rendendole piu’ smart e piu’ sostenibili.

“La stretta collaborazione con il Sindaco di Ciampino, Daniela Ballico, Comune capofila del progetto, ci ha consentito di concludere un lavoro preparatorio che aggregasse il maggior numero di Enti per consentirci di affrontare il passo successivo, ovvero quello di pianificare le priorita’ di intervento e concordare le modalita’ di lavoro e collaborazione per massimizzare il valore e le ricadute positive sulla collettivita’, sulle comunita’ locali e i territori coinvolti”, dichiara Teresa Zotta, vicesindaco della Citta’ metropolitana di Roma.