Quantcast

Cimiteri, Bordoni: vicino a senatore Romano colpito da dramma

Roma – “Esprimo tutta la mia vicinanza al dramma umano vissuto dal senatore Andrea Romano costretto a rendere pubblico il suo dolore per la perdita di un figlio di soli 24 anni. Sono passati solo pochi giorni da quando l’imprenditore romano che si e’ firmato come Oberdan ha tappezzato la Capitale di manifesti, mosso anche nel suo caso da una realta’ delle cose impossibile da sopportare, scusandosi nei confronti della propria madre.”

“Centinaia di salme nei depositi dei cimiteri della Capitale accatastate a decine in attesa di sepoltura. Non ci sono parole per descrivere il disagio davanti a situazioni come queste, dove a nulla e’ valsa anche l’ultima Commissione capitolina Trasparenza in cui sono emerse le risposte assolutamente tardive e inconsistenti da parte di Ama, che continua a non risolvere nulla e ad intervenire in extremis in una situazione di strutturale emergenza ben prima del Covid.”

“Sgradevole anche la nota di scuse della municipalizzata che ha descritto la vicenda del senatore Romano come un’operazione cimiteriale non urgente derubricandola a ‘seconda’ sepoltura. Resta il fatto che la situazione e’ ormai ingestibile e sta causando troppo dolore alle famiglie romane”. Cosi’ in un comunicato il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni.