Quantcast

Cimiteri – Ceneri sparse senza presenza parenti

Più informazioni su

    Lega e Comitato Tutela Cimiteri, assurda la situazione per le urne in deposito –

    “Apprendiamo con sgomento, da una segnalazione di alcuni cittadini, che lo spargimento delle ceneri contenute nelle urne giacenti in deposito stia avvenendo senza coinvolgimento delle famiglie dei defunti, un fatto gravissimo che causerebbe un danno morale irreparabile, un dolore indicibile oltre che una palese violazione della legge. La dispersione delle ceneri dovrebbe pur sempre esser autorizzata dall’Ufficiale di Stato Civile su precisa ed inequivocabile volontà del de cuius. Ama cimiteri faccia chiarezza”. A denunciarlo sono il dirigente della Lega Lazio Fabrizio Santori (nella foto), e la portavoce del Comitato per la Tutela dei Cimiteri capitolini, Valeria Campana.

    “Fermo restando che siamo ancora in attesa di un segnale di trasparenza da parte della Regione Lazio, che in maniera vergognosa non ha ancora regolamentato il settore funerario, non solo per gli aspetti igienico-sanitari ma soprattutto per quelli gestionali, di natura economica-imprenditoriale, a tutela dei cittadini e dei parenti delle persone decedute, diverse normative regionali in Italia danno indicazioni chiare sulla dispersione delle ceneri”.

    “Auspichiamo che la Procura di Roma apra un’indagine immediata sulle vicende che stanno coinvolgendo il settore funerario nel Lazio e in particolare su Roma dove la Lega insieme al Comitato Cimiteri ha depositato il 26 aprile 2021 un esposto denuncia dettagliato che chiede maggiore trasparenza sulla gestione delle procedure di sepoltura e gestione dei resti in deposito e soprattutto ci auguriamo che il Comune di Roma, ormai fuori tempo limite, interrompa qualunque procedura se prima non si è avuto riscontro dai congiunti e si faccia carico dei gravi disagi che ha procurato in questi ultimi anni a migliaia di famiglie”, concludono Santori e Campana.

    Più informazioni su