Cimiteri, Uil: ad Ama 15 giorni per risolvere questione lavoratori

Più informazioni su

Roma – “Quindici giorni il tempo massimo affinche’ la situazione di emergenza dei lavoratori dei Cimiteri Capitolini volga ad una conclusione”.

Dall’incontro tenutosi oggi tra il prefetto, Ama Spa e la UIL Trasporti, riguardo la certenza Ama-cimiteri capitolini, “non si e’ giunti a nessuna conclusione ma le parti hanno richiesto 15 giorni per poter addivenire a soluzioni in merito alla vertenza messa in atto”. Cosi’ in una nota il segretario regionale Uiltrasporti Lazio, Alessandro Bonfigli, dopo la riunione in Prefettura scaturita dalla volonta’ della sigla sindacale di indire uno sciopero.

“Non abbassiamo la guardia, rimane lo stato di agitazione aperto. Il Prefetto ha richiesto alle parti di continuare la trattativa in sede aziendaleed Ama Spa ha manifestato la sua volonta’ a predisporre un tavolo di confronto”, ha aggiunto Bonfigli.

“La Uil Trasporti ha accettato di presenziare tale tavolo di confronto ma ribadendo con forza e fermezza che il confronto deve prevedere tutti i punti che sono oggetto di vertenzialita’ dei lavoratori dei cimiteri capitolini (seppellitori, polizia mortuaria) ovvero la rivalutazione economica (equiparazione contrattuale), il rafforzamneto del personale di polizia mortuaria, il percorso di carriera, la salute e sicurezza nei posti di lavoro e il progetto produttivita’. In uno stato emergenziale si interviene con soluzioni di emergenza. Sempre dalla parte dei lavoratori”.

Più informazioni su