Quantcast

Cinema Palazzo, 6000 Sardine: tra doti Raggi non c’è coerenza

Roma – “Ieri a Roma e’ stata scritta la parola fine all’esperienza sociale del Nuovo Cinema Palazzo a piazza dei Sanniti a San Lorenzo. Un teatro, un cinema, un’aula studio, una polisportiva, in sintesi un riferimento culturale per l’intero quartiere.”

“Ieri a Roma ci sono stati due sgomberi ma sono due realta’ completamente diverse, da una parte i neofascisti di Forza Nuova dalla sede di Via Taranto, dall’altra il nuovo Cinema Palazzo a San Lorenzo.”

“Qui, c’erano ragazze e ragazzi circondati da decine di agenti e 10 blindati, mentre il quartiere ancora dormiva. Hanno deciso di sgomberarlo, ci avevano provato piu’ e piu’ volte negli scorsi anni, ma mai come ieri mattina.”

“Mentre la sindaca si vanta di aver ripristinato la legalita’, noi crediamo che questa contemporaneita’ di azioni sia avvilente. Due sgomberi eseguiti nello stesso momento, quasi a voler equiparare e giustificare reciprocamente le due azioni.”

“Da una parte, un luogo di cultura e solidarieta’, dall’altra parte i neofascisti che fanno della violenza, del razzismo, della sopraffazione la loro bandiera. Dovremmo ringraziare tutte quelle persone che grazie alla nascita di luoghi come Il nuovo Cinema Palazzo, vanno a colmare quella voragine culturale presenta nelle grandi citta’ come Roma.”

“Virginia Raggi si vanta di questo gesto, quando pochi anni fa per la sua campagna elettorale era seduta proprio in prima fila al Cinema Palazzo, per racimolare voti. La coerenza non fa parte delle doti della sindaca di Roma”. Cosi’ in un comunicato 6000 Sardine.