Quantcast

Cisl: a Frosinone incontro per ridefinire unità di rete

Più informazioni su

Roma – “Dopo un primo appuntamento a Rieti il 21 febbraio, si e’ tenuta lo scorso venerdi’ 28, presso il palazzo di Unindustria a Frosinone, la seconda riunione prevista nell’ambito della serie di incontri sul territorio finalizzata alla ridefinizione delle Unita’ di rete dei servizi Tpl regionali. L’intento e’ quello di fare in modo, anche in base a uno studio effettuato dal dipartimento Ingegneria e Informatica dell’Universita’ ‘La Sapienza’, che il territorio sia capillarmente raggiunto dal Tpl: una finalita’ importante, se pensiamo che il 52 per cento dei Comuni nel Lazio non e’ ancora servita”.

Lo rende noto Massimo Iori, responsabile per la Fit-Cisl del Lazio del presidio di Frosinone, aggiungendo che “All’incontro, organizzato dalla Regione, erano presenti le parti istituzionali, datoriali e sindacali. Per la Fit-Cisl del Lazio ha partecipato tutta la segreteria Tpl della Regione, a partire dal Segretario regionale di riferimento, Roberto Ricci. Per noi- spiega Iori- e’ fondamentale prendere parte, in modo condiviso, a progetti di ampio respiro che possano cambiare in meglio i servizi di mobilita’.”

“Per quanto ci riguarda, ben venga che si ripensi la rete del Tpl in modo tale da andare incontro alle esigenze della cittadinanza, ma riteniamo che il sindacato debba essere parte attiva di un’eventuale cabina di regia, per due ordini di motivi: come la maggior parte dei corpi intermedi, siamo a conoscenza dei fabbisogni specifici dei territori e della cittadinanza; in secondo luogo, riteniamo di dover vigilare affinche’ il risanamento aziendale di Cotral, costato grandi sacrifici ai lavoratori, non sia messo a repentaglio da un’eventuale, inadeguata ripartizione delle tratte tra le aziende private che prenderanno parte al progetto e la partecipata della Regione.”

“Dopo anni di fatica, i dipendenti Cotral meritano di lavorare e vivere serenamente, per un’azienda che continua ad essere solida e a fare utili”. “Per parte nostra- conclude Iori- ci impegniamo a contribuire con il massimo dell’impegno per trovare una quadra che tuteli cittadinanza e lavoratori, anch’essi cittadini”.

Più informazioni su