Quantcast

Cisl Lazio, Masucci: aderiamo a campagna Itf e C40

Più informazioni su

Roma – “I Trasporti sono un bene collettivo, e tale deve restare: per questo abbiamo aderito alla campagna ‘Il Futuro e’ il Trasporto pubblico’, organizzata congiuntamente dall’ International Transport Workers’ Federation, il sindacato internazionale dei lavoratori dei Trasporti, e dal C40, la rete globale di grandi citta’ che opera per la riduzione delle emissioni dei gas serra. E’ quanto mai importante fare rete per proteggere il globo dall’inquinamento, e per garantire un Trasporto pubblico efficiente e di qualita’, che garantisca la mobilita’ nel centro come nelle periferie”. E’ quanto dichiara in una nota il Segretario Generale della Fit-Cisl del Lazio, Marino Masucci.

Masucci poi aggiunge che “dallo sciopero di Amazon, che si e’ tenuto in Italia una settimana fa riscuotendo la solidarieta’ europea e internazionale, fino alle riunioni europee dei riders a cui partecipiamo con grande interesse, ci sentiamo di ribadire in modo sempre piu’ forte che ‘il vero potere e’ nell’unione’, ‘True power is in Unity’, anche a livello transnazionale.”

“Per costruire un futuro migliore, in un mondo sempre piu’ globalizzato e unito dalla lotta contro la pandemia, e’ necessario far rete, condividere esperienze. Per parte nostra, riteniamo che in una Citta’ complessa sotto il profilo morfologico e sociale come Roma, e per un territorio come quello laziale, il carattere pubblico del Trasporto sia cruciale: riteniamo che investire su mezzi collettivi e su un Tpl sempre piu’ ‘green’ sia cruciale per il futuro della nostra Capitale e della Regione.”

“Ne va della qualita’ della vita e dell’aria e della mobilita’ dei cittadini, che non possono continuare a vivere in una citta’ congestionata dal sovrannumero di mezzi privati”.

“Riteniamo importante- conclude il sindacalista- restare aperti all’applicazione di buone prassi adottate in ambito internazionale ed europeo per quanto riguarda il Tpl, e ribadire che ‘pubblico’ non e’ sinonimo di inefficiente, come magistralmente dimostrato nel saggio ‘The Great Divestiture’ di Massimo Florio. Al contrario, con una serie di interventi mirati e una classe manageriale efficiente, le istituzioni possono raggiungere risultati importanti, anche in termini ecologici, e restare in utile, come avviene per l’87% delle aziende pubbliche che operano nel comparto”.

Più informazioni su