Quantcast

Civica, Carpano: no a critiche su dimissioni Calenda

Roma – “Rispediamo al mittente le critiche arrivate nelle ultime ore per le dimissioni annunciate da Calenda, perché Carlo lo ha sempre detto che avrebbe rinunciato all’elezione in Assemblea Capitolina in favore del primo dei non eletti sapendo che non ha molto senso che una persona eletta ad esempio nell’Europarlamento vada, come è già successo, a ricoprire delle cariche in altre assemblee elettive.”

“Se bisogna fare una cosa e questo è sempre stato un po’ il mantra di Azione e della lista civica, bisogna farla in maniera seria, con l’impegno quotidiano e preparandosi”. Così Francesco Carpano, primo dei non eletti della lista civica Calenda Sindaco che subentrerà in Assemblea Capitolino al dimissionario Carlo Calenda, intervistato da ‘Gli Inascoltabili’, un programma radiofonico di New Sound Level fm 90.

“Non si possono fare valutazioni sulla giunta perché ancora non ci sono nomi solidi ma solo rumors e indiscrezioni. Sicuramente l’assessorato ai rifiuti sarà importante ma quello ai Lavori Pubblici sarà fondamentale perché c’è un tema di fondo di cui non parliamo mai, che è la qualità delle strade che arriva anche ad uccidere le persone. Un conto è la puzza e il degrado ma un altro è poi che una persona perda la vita per l’inerzia del comune”.

“Ci fa piacere che nel tempo Gualtieri si sia avvicinato alle nostre posizioni sui rifiuti facendo sue le nostre proposte. Però c’è una cosa che dobbiamo dire al Sindaco, che la Regione Lazio non vuole fare ne l’ampliamento di San Vittore ne la bioraffineria quindi lui dovrà far sentire gli interessi della Capitale.”

“E’ una questione di volontà politica, sedersi al tavolo e pragmaticamente trovare una soluzione. In questi 5 anni Raggi e Zingaretti non l’hanno mai fatto rimpallandosi le responsabilità”. (Agenzia Dire)