Quantcast

Civica, Celli: regolamento Csa pasticciato e dannoso, ennesimo schiaffo ad anziani

Roma – “Un Regolamento lacunoso e incompleto quello sui Centri Anziani depositato dalla maggioranza. La proposta di delibera recepisce in minima parte le indicazioni dell’Aula di un anno fa e le linee guida regionali sui Centri Anziani. In alcune parti poi si genera confusione tra Centri Sociali Anziani (CSA) e Associazioni di Promozione Sociale (APS) disciplinate dal Codice del Terzo settore del 2017: nessun Regolamento può intervenire in maniera difforme su questioni già definite da una legge nazionale.”

“Un Regolamento insomma scritto male e in fretta, con un’accelerazione dovuta più che altro alla fine del mandato. Si vuole portare a casa un risultato qualunque esso sia, anche se non fa il bene della città né delle sue strutture.”

“Tutta la parte sulle bocciofile, ad esempio, contiene imprecisioni ed errori, visto che la normativa nel frattempo è cambiata e non se ne tiene conto nel testo.”

“Un colpo di coda che invece di dare certezze, porterà ulteriore confusione tra gli anziani che continuano a non poter frequentare la gran parte dei Centri per mancata manutenzione e igienizzazione dei locali dopo il lungo periodo di chiusura.”

“Gli anziani per l’Amministrazione Raggi sono solo un tassello di un puzzle finto, ad uso dei social e della propaganda elettorale. Non si è mai pensato e voluto veramente in questi cinque lunghi anni il loro benessere. Questo Regolamento pasticciato e dannoso ne è l’ennesima prova. Mi auguro per questo che venga respinto dall’Aula Giulio Cesare”. Così in una nota la capogruppo in Campidoglio della Lista Civica RTR, Svetlana Celli.