Quantcast

Civica-Pd: su Campo Testaccio sgarbo istituzionale da maggioranza

Più informazioni su

Roma – “Stallo in commissione Trasparenza, dove per l’assenza degli uffici non e’ stato possibile, come auspicavamo, fare piena luce sulla situazione del Campo Testaccio. L’ultimo atto noto e’ la nota del dipartimento Sport del 20 maggio, che assegna la struttura al Municipio. E su quella nota hanno lavorato Municipio e Regione. Ma dopo la firma del protocollo con la regione Lazio, che prevedeva la riqualificazione dell’area e la riapertura al pubblico dello storico impianto capitolino, e’ scattata la rappresaglia a cinque stelle con l’intento di riappropriarsi della competenza gestionale del Campo da riaffidare al Dipartimento Sport.”

“E’ bene rammentare che proprio la maggioranza pentastellata con una delibera di aprile 2019 dell’Assemblea capitolina si era espressa a favore del passaggio di competenze al municipio. Ora invece il presidente Diario si fa promotore di una clamorosa retromarcia, spalleggiato dalla destra capitolina. Al presidente Diario che si e’ accorto a scoppio ritardato del valore storico e simbolico dell’impianto vogliamo sottolineare che le procedure necessarie per la riapertura degli spazi al pubblico, ad uso sportivo, sono gia’ state avviate attraverso gli atti del Municipio I.”

“Evidentemente Diario ha come unico obiettivo, oltre lo sgarbo istituzionale, quello di bloccare ogni iniziativa di riapertura dell’impianto sportivo. Dopo oltre 4 anni di governo, solo ora che si era trovato un accordo per la riapertura del campo Testaccio, il presidente della commissione Sport vuole riappropriarsi dell’impianto, spinto dal desiderio di un possibile affidamento a non meglio identificate realta’ imprenditoriali, scalzando di fatto le associazioni e le societa’ sportive capitoline?”. Cosi’ in una nota la capogruppo della Lista Civica RTR Svetlana Celli e il presidente della commissione Trasparenza Marco Palumbo, del Partito Democratico.

Più informazioni su