RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Compagnone: basta immobilismo su Roma-Giardinetti

Roma – “I cittadini dei quartieri interessati dalla ferrotranvia Roma-Giardinetti non sono piu’ disposti a tollerare l’immobilismo dell’Amministrazione Capitolina e il silenzio assordante del Presidente del Municipio VI Romanella e della sua Giunta, le zone commerciali insistenti sul percorso sono allo stremo. Rispetto a questo tema, infatti, in campagna elettorale avevano promesso la riapertura fino alla stazione Giardinetti e la presa in carico della linea”.

“Allo stato attuale, invece, constatiamo che nulla di quanto paventato e’ stato realizzato, neanche l’attestazione del Trenino, nella parte funzionante, in corrispondenza della fermata Metro C – Parco di Centocelle, per evitare il tragitto a piedi per il trasbordo tra i due mezzi, tanto atteso dai cittadini. E, mentre, si attendono atti significativi per cambiare l’inequivocabile sorta, il Ministero ha ritenuto non fattibile finanziare il progetto inserito nel Pums per la riorganizzazione della linea, perche’ cosi’ come presentato risulta non recepibile e deve essere modificato”.

“È necessario, a questo punto, nel rispetto dei cittadini e dei commercianti, un’azione rapida e concreta al fine di individuare quelle soluzioni esaustive in modo da sboccare l’intera situazione e dare un presente e un futuro alla Giardinetti, cosi’ tanto importante per un quadrante della Capitale.

“Ci associamo alle preoccupazioni espresse dalle associazioni e dei comitati di quartieri e speriamo che l’anno appena iniziato risvegli dal torpore l’Amministrazione, votando, in primis la mozione sulla Giardinetti presentata dalla Lista Civita RomatornaRoma”. Cosi’ in un comunicato il consigliere Fabrizio Compagnone, Capogruppo del Partito Democratico in Municipio VI “Roma delle Torri”.