Comune: ad oggi Tpl supportato da 70 pullman privati

Roma – Sono 70 gli autobus che stanno facendo servizio aggiuntivo ad integrazione del Tpl a Roma. Le tratte individuate “sono Ponte Mammolo-Termini, Anagnina-Termini, Laurentina-Termini e la trasversale Ponte Mammolo-Subaugusta”. Il primo operatore e’ stato individuato nelle more del contratto con Roma Tpl affidando a un nuovo operatore i chilometri non percorsi. “Ma entro qualche mese partira’ la procedura con evidenza pubblica per il sub affidamento”. Questa la situazione sul fronte degli operatori privati con pullman a supporto del Tpl della Capitale. A fare il punto, durante la riunione della commissione Mobilita’ di oggi, e’ stato Alberto Di Lorenzo, direttore della Direzione Tpl del dipartimento Mobilita’ del Comune di Roma.

“Con l’esplosione dell’emergenza Covid e la riduzione della capacita’ trasportistica di Atac- ha spiegato Di Lorenzo- abbiamo verificato se ci potessero essere le condizioni per coinvolgere operatori privati e quali potessero essere i problemi di carattere tecnico e amministrativo. Una volta individuate le procedure, abbiamo fatto una verifica di mercato e abbiamo avuto una serie di risposte da parte degli operatori che ci hanno scritto e spiegato quali mezzi avessero a disposizione e con quali caratteristiche tecniche. Abbiamo, quindi scelto l’istituto del sub affidamento da usare con una procedura di evidenza pubblica” per la quale ci vogliono almeno 4 mesi.

“Avvicinandoci al 4 maggio- ha poi concluso Di Lorenzo- in attesa di concludere l’evidenza pubblica abbiamo anche deciso di affidarci ad un’opzione gia’ presente nel contratto con Roma Tpl in base al quale abbiamo affidato, ai sensi del contratto vigente, una maggiore quota di trasporto aggiuntivo ad un altro operatore sfruttando i chilometri non percorsi. Il servizio e’ stato cosi’ ampliato con 70 mezzi. Sappiamo che non sara’ probabilmente sufficiente, in quanto il quadro di incertezza permane e ci aspettiamo che da qui a qualche settimana o mese il tpl riprenda vigore. Per questo la procedura per l’individuazione di una graduatoria di operatori privati non si e’ fermata e sta andando avanti”.