Comune: fino al 3 aprile stop a grandi eventi

Roma – “Alla luce dell’entrata in vigore del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per contenere la diffusione del virus COVID-19, stamattina si e’ tenuto un tavolo tecnico di approfondimento tra l’Assessorato allo Sport e il Dipartimento Sport per assicurare l’attuazione delle disposizioni in esso previste”. Cosi’, in una nota, il Comune di Roma. “Al fine di un maggiore coordinamento, l’Assessore Frongia e’ rimasto in costante contatto con Sindaca, gli uffici di Gabinetto, i colleghi capitolini e – per concordare un intervento quanto piu’ possibile omogeneo – gli omologhi assessori di altre grandi citta’ italiane. Tutti i provvedimenti prodotti dal tavolo tecnico del Dipartimento Sport- continua la nota- sono stati poi condivisi e approvati durante l’incontro odierno del COC, il Centro Operativo Comunale di Roma Capitale, alla presenza della Sindaca Virginia Raggi”.

Continua il Comune di Roma: “È stata quindi inviata una comunicazione ai concessionari degli impianti sportivi comunali invitandoli ad adempiere alle prescrizioni previste dal Decreto e darne attestazione di avvenuta applicazione al Dipartimento Sport entro lunedi’ 9 marzo. La stessa comunicazione e’ stata mandata anche ai Municipi affinche’ possano valutare di adottare analoghi provvedimenti per gli impianti municipali e le palestre scolastiche ove si svolge attivita’ sportiva durante la fascia pomeridiana. Si invitano gli sportivi a prendere visione delle comunicazioni ufficiali prodotte dalle diverse Federazioni dal momento che sono state adottate misure ad hoc a seconda dello sport praticato”.

Prosegue la nota: “Per quanto riguarda le manifestazioni, in applicazione all’art. 1, c.1 lett. b) che recita “sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”, sono stati cancellati i grandi eventi sportivi previsti fino al 3 aprile; e’ in corso di valutazione quali altre manifestazioni possano svolgersi regolarmente nel rispetto di tale indicazione. Per le manifestazioni che non potranno avere luogo, verra’ valutata di comune accordo con gli organizzatori la possibilita’ di riprogrammare l’evento in data successiva.

L’assessore Daniele Frongia e’ in costante contatto con il CONI, le Federazioni e gli Enti di promozione sportiva al fine di promuovere, in accordo con quanto riportato nell’art. 2 c. 1 lett. e), attivita’ ricreative individuali alternative a quelle collettive interdette, da svolgersi all’aperto”. Continua il Comune di Roma: “Si rende noto infine che, insieme al Presidente della Commissione Sport Angelo Diario, al venir meno delle limitazioni imposte dal Decreto, verra’ presentata una serie di misure di sostegno allo sport. Sono tenuti al rispetto del DPCM- conclude la nota- tutti gli impianti sportivi siti nel territorio di Roma Capitale, siano essi pubblici o privati”.