Quantcast

Comune di Roma: presenza bambini disabili in nidi garantita

Roma – Dopo lo sblocco della Regione, Roma Capitale ha attivato immediatamente le attivita’ educative in presenza per i bambini con disabilita’ o con bisogni educativi speciali anche nei nidi capitolini.

L’Amministrazione, come per le scuole dell’infanzia capitoline, ha predisposto appena possibile anche per la fascia 0-3 la frequenza per gli alunni con disabilita’ o bisogni educativi speciali, i cui genitori hanno aderito alla proposta.

Gli alunni potranno cosi’ continuare a sperimentare l’adeguata relazione con i compagni, in piccoli gruppi formati da bambini appartenenti alla stessa bolla e le cui famiglie avranno dato l’adesione all’attivita’ didattica da svolgere in presenza. Cosi’ in un comunicato il Comune di Roma.

“Abbiamo recepito con immediatezza la possibilita’ di riaprire, dopo le scuole dell’infanzia, anche i nidi per i bimbi con disabilita’ e bisogni educativi speciali. Vogliamo dare ogni forma di sostegno possibile alle famiglie e ai piccoli, con particolare attenzione ai piu’ fragili”, afferma l’assessora alla Persona, Scuola e Comunita’ Solidale di Roma Capitale Veronica Mammi’.