RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Comune Roma: via a tavolo mobilità Eur per gran premio Formula E

Roma – Si e’ svolto questo pomeriggio a Roma, presso la sala della Piccola Protomoteca del Campidoglio, l’incontro previsto fra i Mobility Manager e referenti delle aziende del quartiere Eur, l’assessore allo Sport, Politiche giovanili e Grandi Eventi cittadini, Daniele Frongia, l’assessorato alla Citta’ in Movimento, i tecnici degli uffici di Roma Capitale per la Mobilita’ e gli organizzatori di Formula E. Quest’anno, oltre alle Associazioni di Categoria, alla rete degli operatori economici e le strutture scolastiche dell’Eur, sono stati coinvolti anche i referenti delle piccole e medie imprese che insistono sul territorio.

Al centro del tavolo la condivisione di strategie di impatto della viabilita’ e mobilita’ durante l’evento del Rome E-Prix nei giorni 12 e 13 aprile 2019. E’ quanto si legge in una nota. L’incontro ha avuto come finalita’ quella di illustrare i principali interventi previsti dal piano della mobilita’ dell’evento cosi’ da consentire la valutazione di misure organizzative per contenere il disagio dei dipendenti e degli addetti.

L’evento sara’ preceduto e seguito dalle operazioni di allestimento e smantellamento del circuito che comporteranno la progressiva modifica dell’assetto della viabilita’, della sosta e dei percorsi delle linee bus in alcune strade del quartiere.

“Per ridurre al minimo i disagi anche quest’anno abbiamo studiato un piano dettagliato d’interventi e di comunicazione alla cittadinanza” dice l’assessora alla Citta’ in Movimento, Linda Meleo, che poi aggiunge: “L’incontro di oggi e’ un primo passo per illustrare alle imprese che operano nel quartiere lo schema di circolazione pensato per minimizzare gli impatti sulla viabilita’, distribuendo i flussi di traffico su piu’ itinerari alternativi a maggiore capacita’ veicolare con un piano di mobilita’ strutturato. La nostra squadra ha lavorato per individuare le soluzioni piu’ efficaci e continuera’ il confronto con le aziende e i cittadini”.

Per Frongia “siamo arrivati alla seconda edizione di uno degli eventi piu’ attesi dell’anno: il Gran Premio di Formula E. Grande successo con oltre 30mila presenze l’anno scorso, piu’ di un milione di italiani incollati davanti alla tv e decine in tutto il mondo. Ci aspettiamo grandi numeri anche quest’anno in termini di risposta dei cittadini romani e del grande entusiasmo manifestato. Il tema della sostenibilita’ e’ certamente al primo posto, nel forte connubio tra sport e innovazione e quest’anno sono previste numerose attivita’ gratuite, non solo sportive, fruibili da tutti i cittadini”.

“Il quartiere Eur torna quindi ad essere il vero protagonista, pur con gli inevitabili disagi che abbiamo cercato di minimizzare attraverso la fitta collaborazione tra Roma Capitale, Roma Servizi per la Mobilita’, organizzatori e i Mo.Ma.”.

Invariato il tracciato di gara di 2,8 km tra via Cristoforo Colombo e il Palazzo dei Congressi. L’area e’ stata suddivisa in due anelli, uno piu’ interno ed uno piu’ esterno al circuito di gara nei quali e’ prevista la chiusura totale al transito veicolare e parziale al transito pedonale. Resta invece interdetto l’accesso al circuito di gara per tutto il periodo dal 10 aprile al 15 aprile.

Di seguito il dettaglio delle restrizioni alla circolazione: – Da mercoledi’ 10 aprile dalle ore 20.30 a sabato 13 aprile alle ore 5.30 e’ vietato il transito veicolare nei due anelli piu’ esterni, mentre e’ consentito l’ingresso pedonale a tutti. – Sabato 13 aprile dalle ore 5.30 alle ore 20.30 permane il divieto di transito veicolare ed e’ consentito esclusivamente l’accesso pedonale a tutti nell’anello piu’ esterno e soltanto ai possessori di titolo di accesso valido per l’anello piu’ interno.

Da sabato 13 aprile dalle ore 20.30 al lunedi’ 15 aprile alle ore 5.30 e’ vietato il transito veicolare in entrambi gli anelli e consentito l’ingresso pedonale a tutti in entrambi gli anelli. Anche quest’anno, visto l’atteso impatto sulla mobilita’ privata, saranno attivati tutti i canali di comunicazione con i diversi soggetti coinvolti: Anas e Autostrade per avvisare gia’ sul Gra e sulle autostrade in penetrazione a Roma delle chiusure, Waze per instradare gli utenti su itinerari alternativi alla Colombo.