Quantcast

Concluso cantiere riqualificazione nido San Gregorio al Celio

Roma – Breve visita questa mattina della presidente del Municipio Roma I Centro, Sabrina Alfonsi, insieme ad alcuni Assessori e Consiglieri della Giunta Municipale, al nido di San Gregorio al Celio, in occasione della conclusione del primo stralcio dei lavori per la riqualificazione dello storico asilo.

Un intervento edilizio assai complesso, in quanto la struttura si trova all’interno di un sito di grande valore archeologico, storico-architettonico e paesaggistico – quello del Parco del Celio – per la presenza di resti dell’epoca romana, dell’area monumentale dei complessi religiosi di San Gregorio e SS. Giovanni e Paolo e poi, verso sud est, delle aree a verde del grande parco urbano composto dal Parco di San Gregorio al Celio e da Villa Celimontana.

“Il progetto elaborato dal Municipio I per questa prima fase ha previsto la demolizione e ricostruzione del corpo centrale del vecchio fabbricato, che a seguito di una analisi tecnica è stato giudicato non recuperabile a causa di gravi carenze strutturali.”

“Considerata anche la scarsa qualità edilizia del fabbricato, si è quindi optato per un intervento di demolizione del corpo di fabbrica centrale e la ricostruzione – a partire da nuove fondazioni – di un edificio in legno lamellare e acciaio che richiama lo stile architettonico della scuola di puericultura realizzata nel parco nel 1922 per la cura dei bambini affetti da malattie alle vie respiratorie.”

“La nuova costruzione è stata completata da tramezzature interne, rivestimenti, serramenti a taglio termico e nuovi impianti. La spesa complessiva per i lavori è stata di circa 800 mila euro, a carico del Bilancio municipale”.

“Si tratta di un’opera che abbiamo programmato da tempo- ha commentato la Presidente Alfonsi a margine della visita- Dopo il bando di gara pubblicato a dicembre del 2018, i tempi per le procedure di affidamento hanno portato ad iniziare il cantiere a luglio del 2019, e oggi possiamo affermare con soddisfazione di essere riusciti a realizzare un obiettivo non scontato, una struttura moderna nella sua concezione costruttiva, esteticamente molto bella e perfettamente inserita dal punto di vista architettonico in un contesto di particolare pregio come quello del Parco del Celio, uno dei siti più antichi della nostra città. Voglio ringrazio i tecnici del Municipio e il professionista che ha collaborato alla progettazione di questo pregevole intervento”.

“Gli interventi per completare la riqualificazione del nido proseguiranno- aggiunge l’Assessore alle Politiche Scolastiche del Municipio I, Giovanni Figà Talamanca- Sono in corso infatti le procedure amministrative per l’aggiudicazione dell’appalto per il secondo stralcio dei lavori, che riguarderà la parte del fabbricato non interessata dall’intervento appena concluso.”

“Anche questa ala del vecchio edificio verrà demolita e ricostruita, secondo gli stessi criteri edilizi utilizzati nel precedente intervento. Ancora un piccolo sacrificio per gli utenti del nido, che continuerà a funzionare a regime ridotto durante i lavori in attesa di tornare poi alla piena attività”.