Quantcast

Confapi: necessari coraggio e continuità, Roma immobile

Più informazioni su

Roma – “Roma è immobile. Il disastro di questa città è orizzontale, investe le aziende, le associazioni e gli stessi cittadini”. Lo ha detto Massimo Tabacchiera, Presidente di Confapi Roma e Lazio nel corso del primo incontro delle Associazioni con il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni e con il candidato sindaco del centrodestra Enrico Michetti.

Tabacchiera ha spiegato: “La prima cosa che il nuovo sindaco dovrà fare è ridisegnare un nuovo modello della struttura amministrativa in Campidoglio, valorizzando i dirigenti capaci che sono presenti, ma che sono frenati da una macchina iper burocratizzata e dalla paura di finire coinvolti in vicende giudiziarie. Una città ha bisogno di essere governata con continuità per 5 anni. Vogliamo una città normale e non dove tutto diviene emergenza, all’altezza delle altre capitali europee”.

In questo contesto, il Presidente ha indicato le criticità emergenziali e gli interventi strutturali che andrebbero attivati su smaltimento rifiuti, mobilità sostenibile, riqualificazione e infrastrutture. La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni ha ringraziato il Presidente di Confapi Roma, Massimo Tabacchiera per il confronto sui temi che toccano da vicino l’attività delle imprese e dei professionisti: mobilità, trasporti, efficienza e semplificazione della macchina amministrativa, appalti e trasparenza, sviluppo urbanistico, condividendo le priorità e la direzioni indicata per una svolta strutturale.

“Purtroppo, la pandemia si è abbattuta con tutta la sua forza su Roma e ha colpito una città strangolata dalla burocrazia e ferma ormai da troppi anni per colpa di un’amministrazione inadeguata al suo ruolo. È ora di cambiare”, ha detto Meloni. Il candidato sindaco, Enrico Michetti ha sottolineato l’importanza di “riportare al centro il lavoro e snellire i regolamenti del Comune, attuando normative capaci di aiutare le imprese”.

Michetti ha dichiarato: “Oggi i funzionari del Comune sono disorientati da troppi regolamenti inadeguati. Il Comune dovrà garantire procedimenti rapidi e dare risposte entro 30 giorni”. All’incontro, dedicato al futuro di Roma e alle priorità per la Capitale e lo sviluppo del tessuto economico e produttivo, hanno partecipato i Presidenti territoriali di Confartigianato, Confcooperative, Confagricoltura, Agci Lazio, Ordine dei Consulenti del lavoro, Ordine degli avvocati, Ordine dei farmacisti e Federfarma. Si tratta del primo di una serie di confronti che le Associazioni e gli Ordini di categoria avranno con i candidati a sindaco di Roma.

Più informazioni su