Quantcast

Confesercenti, Pica: Raggi deve sospendere pagamento Tari a ristoranti e bar

Roma – “Qualche giorno fa abbiamo lanciato l’allarme, a seguito di numerose segnalazioni da parte dei nostri associati, circa la mancata raccolta dei rifiuti presso i ristoranti e i bar della Capitale. Una criticità palese – come sottolineato anche oggi sulla stampa dai vertici dell’Ama – che però rischia di diventare una vera e propria emergenza soprattutto in questo momento di riaperture per le attività di ristorazione.”

“Un servizio, pertanto, ad oggi insufficiente per gli esercenti e come Fiepet-Confesercenti chiediamo alla sindaca Raggi la sospensione della Tari almeno fino a dicembre 2021, visti anche i fondi destinati ai comuni dal Decreto Sostegni Bis per favorire la riduzione delle tariffe per le categorie più penalizzate dalla pandemia.”

“Altrimenti ci attiveremo presentando ricorsi su ricorsi. Far pagare alle imprese – dopo un anno mezzo di sacrifici economici anche la tassa sui rifiuti per un servizio che viene erogato al di sotto della sufficienza, e che crea anche un danno al decoro della città e ai cittadini, sarebbe un’ulteriore mazzata al comparto della ristorazione capitolina e laziale.”

“Congiuntamente abbiamo chiesto per la prossima settimana insieme al presidente della Confesercenti di Roma e Lazio Valter Giammaria un incontro con il Prefetto di Roma Piantedosi proprio per illustrare le criticità dovute alla mancata raccolta dei rifiuti presso i ristoranti e i bar della città”. E’ quanto dichiara in una nota Claudio Pica, presidente della Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio.