Quantcast

Confesercenti, Pica: valorizzare ‘turismo ristorativo’ con partenariato pubblico-privato

Più informazioni su

Roma – Questa mattina, in occasione dell’VIII edizione di ‘Excellence-Food Innovation’ presso la Nuvola all’Eur, si è svolta la Tavola Rotonda organizzata da ‘Assoturismo Confesercenti di Roma e Lazio dal titolo il ‘Turismo enogastronomico e Turismo Esperienziale: il binomio perfetto per promuovere le eccellenze del territorio e dell’Italia’.

“Un’indagine condotta da ‘Sociometrica’ – che ha analizzato 570mila post social in lingua inglese rilevando come il cibo sia uno degli elementi di successo messi maggiormente in evidenza da parte dei visitatori stranieri – ha certificato che la ristorazione è la principale passione dei turisti stranieri al termine del loro soggiorno in Italia”, ha spiegato Claudio Pica presidente della Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio e vicepresidente nazionale Fiepet-Confesercenti.

“Un dato confermato dalla capacità di spesa dei turisti internazionali che nel 2019, ultimo anno prima della pandemia, ammontava a 8,4 miliardi di euro l’anno, cui vanno aggiunti altri 10,1 miliardi garantiti dal turismo interno.”

“Bisogna valorizzare quindi anche un ‘Turismo Ristorativo’ che se messo a sistema attraverso incentivi alle imprese, mediante una sinergia di parternariato pubblico/privato, può dare importanti risultati in termini di sviluppo e crescita al territorio e all’economia locale”, ha concluso Pica.

Alla Tavola Rotonda sono intervenuti anche Carlo Hausmann direttore di Agro Camera; Vittorio Messina presidente nazionale di Assoturismo Confesercenti; Matteo Fortunati presidente di Assoturismo Umbria.

Per l’assessore al Turismo di Roma Capitale Alessandro Onorato “c’è bisogno di lavorare in sinergia, Roma è la Capitale d’Italia e noi romani dobbiamo avere un sussulto d’orgoglio, dobbiamo osare e fare sistema facendo vivere un’esperienza unica generando business. E’ necessaria una collaborazione tra enti, qualità che fa tendenza e mercato ed integrazione molto forte tra i vari comparti che generano turismo”.

“Riteniamo sia importante incrementare il ‘turismo esperienziale’ verso anche altre province. Come Regione, con l’iniziativa ‘Più notti più sogni’, abbiamo investito delle risorse economiche per le strutture ricettive e comunicato a tutti i turisti, ma anche ai cittadini stesso del Lazio, che c’era possibilità di soggiornare presso le strutture aderenti regalando una o due notti a seconda dei giorni di permanenza.”

“E allo stesso tempo fatto avvisi per le agenzie di viaggi e i tour operator per pacchetti esperienziali da proporre ai turisti con prezzi scontati. L’effetto di queste misure sarà che il 16 gennaio finirà ‘Più notti più sogni’ mentre dal 17 gennaio partiremo con ‘Più notti più sogni e Lazio experience'”, ha dichiarato Valentina Corrado assessore al Turismo alla Regione Lazio.

“L’enogastronomia è uno degli attrattori più importanti che l’Italia possiede, e con le nostre specificità territoriali rappresentiamo un valore aggiunto nel mondo che deve essere maggiormente valorizzato”, ha commentato Sandro Pappalardo, componente Cda Enit. (Agenzia Dire)

Più informazioni su