RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Consiglieri PD protestano con sacchi immondizia: Raggi non Ama Roma

Roma – ‘Raggi non ‘Ama’ Roma’, ‘Raggi, il vento e’ cambiato: puzza’, ‘Roma affoga nei rifiuti’. I consiglieri del gruppo del Partito democratico del Campidoglio, durante una sospensione della seduta straordinaria dell’Assemblea capitolina sui rifiuti in attesa dell’arrivo della sindaca Virginia Raggi, hanno protestato in aula Giulio Cesare indossando dei sacchi neri per l’immondizia ed esponendo cartelli contro l’attuale situazione della raccolta nella Capitale e di Ama, insieme ai minisindaci Amedeo Ciaccheri, Giovanni Caudo e Sabrina Alfonsi: ‘È ancora tempo di regali, oltre 124 milioni ma zero spazzamento’, recita la fascia indossata dal dem Orlando Corsetti, con in mano un ‘pacco regalo’.

“C’e’ ostracismo, non si vuol parlare della situazione dei rifiuti. Non c’e’ un piano Ama per chiudere il ciclo dei rifiuti e i livelli di differenziata annunciati diventano una chimera.
Roma e’ sommersa dai rifiuti e oggi vogliamo interpretare questa situazione anche visivamente”, ha spiegato il capogruppo Giulio Pelonzi. Che ha ricordato come il gruppo abbia presentato “una mozione in cui si invita la sindaca Raggi a valutare il ritiro delle deleghe all’assessore all’Ambiente Montanari”, sottoscritta da tutta l’opposizione tranne Stefano Fassina, inserita nell’ordine dei lavori dell’Aula di oggi.

Per la consigliera Valeria Baglio “abbiamo lo stesso obiettivo dell’amministrazione, mantenere Ama una societa’ indipendente che chiuda il ciclo dei rifiuti, ma loro lo fanno solo a parole. La raccolta differenziata e’ ferma al palo, Raggi spieghi come vuole trasformare la Capitale in una citta’ europea, perche’ finora ci sono state solo chiacchiere: l’ultima sul tmb, dicendo che diventera’ un centro direzionale quando c’e’ gia’ una variante e non spiega dove finiranno tutte quelle centinaia di tonnellate di rifiuti da trattare”.